Perchè ho un blog anche io?

Questo è il primo post di un blog dove ogni web designer può condividere la propria opinione ed esprimere le proprie idee.  In questo blog voglio offrire contenuti di qualità, originali e condivisibili dalla comunità dei web designer.

E’ importante partire con la motivazione giusta! Mi sono chiesta allora: “perchè voglio aprire un blog ed impegnarmi in un’attività diversa da quella di web designer per sottrarre tempo alla mia attività principale? La risposta in realtà l’ho già data nelle prime righe e ne aggiungo altre due.

Primo per la passione che mi lega sin da quando sono piccola alla scrittura: ho sempre avuto (tutt’ora li conservo gelosamente) i fatidici diari segreti dove raccontare le mie emozioni, impressioni, sentimenti e delusioni. Poi ho sognato di diventare una giornalista ma mi sono accontentata di iniziare la carriera professionale come content web editor che non è poco e per niente male. Dopo aver scoperto l’amore per il web design ho cominciato ad offrirmi come guest blogger per diverse agenzie. Insomma una passione che coltivo sin da ragazza.

Secondo la possibilità di conciliare le mie due più grandi passioni, il web design e la scrittura. Cosa c’è di più bello che scrivere parlando di web design? Avere un proprio spazio e gestirlo in piena libertà per esprimere le proprie idee e condividerle con la comunità dei web design è figo, se ti piace quello che fai. Avrei potuto cominciare con un un bel post sulla validazione standard del codice o  un bel tutorial ma ho preferito partire con le motivazioni giuste per cominciare bene.

Penso che non sia necessario essere un copy writer per aprire un blog ma è sufficiente seguire alcune poche ed importanti regole: chiarezza, originalità, attualità ed organizzazione ed alcune regole di base della scrittura e regole SEO.

Seguendo questi pochi consigli, è possibile aprire e gestire un blog di successo.

E’ innegabile ormai che vivendo nell’era del web 2.0 non ci basta più consultare il web ma vogliamo in prima persona contribuire ed alimentare il web con i nostri contenuti e quindi vogliamo partecipare e condividere in prima persona per lasciare una traccia scritta che la rete può reperire immediatamente o può archiviare per sempre.

Leggendo un articolo di un Jeff Bullas ho scoperto che ci sono ben 44 motivi per aprire un blog o usare i social media in genere. Io me ne sono ritrovata in molti di questi tra cui:

  1. affrontare una nuova ed entusiasmante sfida;
  2.  esprimermi su argomenti che mi piacciono, con la libertà di deciderne i tempi e le modalità;
  3. confrontarmi con la comunità di web designers;
  4. offrire contenuti validi e condivisibili;
  5. partecipare e condividere;
  6. diventare influente
  7. guadagnare rispetto
  8. fare la differenza

Ti ritrovi anche tu in questi motivi? Se ti riconosci in uno solo di questi motivi allora cosa aspetti? Fai come me ed apri un blog per diventare il protagonista principale di questa era del web 2.0!

Per piacere seguici e metti mi piace:
alederobertis75
info@alessandraderobertis.it
2 commenti
  • Martina Melgazzi
    Pubblicato alle 12:57h, 24 Maggio Rispondi

    Il mio blog contiene prevalentemente poesie, racconti, recensioni e riflessioni. Mi riconosco in modo particolare nelle prime 5 motivazioni riportate. Ora come ora, farsi conoscere per i propri scritti attraverso il cartaceo (intendo il buon vecchio libro) è quasi impossibile. Se non sei già affermato in qualche campo, difficilmente il tuo testa verrà preso in considerazione e nessuno si fiderà ad investire su di te. E’ un paradosso, ma devi avere già pubblicato per riuscire a pubblicare e, soprattutto, devi avere i soldi per autofinanziare le tue idee. Io scrivo riflessioni e recensioni per divertimento, ma non scrivo poesie e racconti per hobby, ma perché vorrei trasformare questa passione in un lavoro e in una fonte di condivisione. Purtroppo, il mercato della letteratura (“mercato”, che orribile parola da affiancare ad una forma d’arte, ma è così) non punta molto sulle opere poetiche o sui racconti brevi, quindi, eccomi qui, approdata sul web con il mio blog http://sonodunquescrivo.blogspot.it. Condivido l’idea che sia una grande sfida e un’ottima esperienza: la consiglio a tutti gli aspiranti scrittori, perché ho molto sviluppato le mie abilità con questo esercizio di scrittura quotidiana. Senza contare il fatto che, se vuoi fare una cosa (scrivere, aprire un buon blog, informarti…), devi vedere e confrontare i metodi e i lavori degli altri. Ho scoperto solo dopo l’apertura del mio blog quanto possa essere vasto, interessante e variegato il web con i suoi prodotti e i suoi frequentatori. Ho avuto modo di confrontarmi, di imparare e di apprendere anche gli “esempi virtuosi” di chi, attraverso il web, si è fatto conoscere. Ormai il mondo del web e dei blog sta sempre di più prendendo piede e coscienza di sé, quindi, perché non provare?

    • alederodesign
      Pubblicato alle 13:53h, 24 Maggio Rispondi

      Cara Martina,
      innanzitutto grazie per avermi scritto. Sicuramente essere una blogger è più facile di essere una scrittrice, e tu, ahimè.. lo sai meglio di me. Però come dici tu, è importante provare questa esperienza per migliorarsi, per confrontarsi con le persone che condividono la tua stessa passione e perchè no per essere utili e d’aiuto ad altre persone. Io le ritengo tutte motivazioni valide e quindi siamo d’accordo sul..perchè non provare? Spero che altri leggendo questo articolo possano essere spronati a farlo. In ogni caso ti auguro di coltivare la tua passione di scrittrice e di pubblicare il primo libro. Nel caso fammi sapere 😉

Pubblica un commento